COLLEMARINO-OSIMANA 2-1

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Amara la prima sconfitta

Un’Osimana piccola piccola torna a mani vuote da Collemarino. 2 a 1 il risultato finale in favore dei padroni di casa che fino ad oggi aveva collezionato un pareggio in 6 partite. A poco valgono le attenuanti degli infortuni, dei gol sugli unici tiri in porta subiti e del palo colto da Bediako a pochi minuti dal termine. Anche oggi, la superiorità numerica di buona parte della ripresa, doppia addirittura negli ultimi minuti, non ha portato alcun gol, né predominio territoriale, come già successo con Filottranese e Monsano. Squadra amorfa, senza personalità. Il Collemarino senza strafare ha mostrato più voglia di vincere, di giocarsi la partita, di correre. Meritato il vantaggio su punizione dal limite deviato dalla barriera. Dopo il gol, accenni di reazione e ad inizio ripresa, su punizione dall’angolo, concessa per l’ennesimo fallaccio subito da Bediako (rosso evidente sostituito con il giallo) il difensore anconetano tratteneva vistosamente Ferri con l’arbitro a 2 passi. Rigore che il solito Mastri realizza. Poi torna l’apatia, anche se la palla-gol più nitida capita sui piedi di Castellano, subentrato a Campanelli, che da pochi passi impalla malamente e mette a lato. Poi per cavalcare il momento no, pasticcio Vaccarini-Durazzi che confeziona un pacco regalo per il centravanti del Collemarino che ringrazia ed insacca. E siccome la fortuna è cieca, ma la sfortuna ci vede bene, ecco Bediako lanciato a tu per tu con il portiere che si fa respingere il tiro sul palo e dal palo direttamente tra i guantoni dell’estremo difensore. Bene, ora reset e lavorare, ma tanto, che così proprio non va.

OSIMANA: Vaccarini, Durazzi, Luna, Postacchini, Castorina, Campanelli(Castellano), Birarelli, Ferri(Magagnin), Mastri, Bediako, Mazzieri(Braconi). All. Tedoldi A Disp: Zenga, Baro, Beccerica