GABICCE GRADARA – OSIMANA 1 0

Ancora a mani vuote, con un’altra buona prestazione, immeritatamente ma di nuovo sconfitti. Non è un buon momento, per l’Osimana di Mr. Mancini, che raccoglie consensi a discapito di punti. L’Osimana è scesa in campo con Pesce tra i pali, Ristè, Postacchini e Montesi in difesa. Castorina e Gregorini sulle corsie. Ferri e Morganti al centro, a supporto del trio d’attacco composto da Sabbatini, Marziani e Gorini. Partita senza grandi emozioni, con l’Osimana che controlla il gioco e prova con Castorina e Marziani a sbloccare il risultato. La prima frazione termina sul punteggio di 0 a 0, anche grazie ad un salvataggio sulla linea di porta di un difensore del Gabicce. Cambio forzato in difesa, con il rientro di Baro al posto dell’infortunato Ristè, colpito duro. A metà ripresa, il gol che decide il match. Marziani si invola e batte deciso verso la porta avversaria, il portiere di casa, ribatte da par suo e sulla respinta, si innesca il contropiede, che porta il Gabicce al tiro dal limite. Pesce, inoperoso fino a quel momento, respinge, ma sulla ribattuta irrompe Marchetti che spedisce la palla sul palo, la cui respinta, batte sul viso di Pesce e termina nel sacco. L’Osimana prova la rimonta, serrando le fila, ma nonostante la pressione e l’innesto di Raimondi, il risultato non cambia. Difficile fare considerazioni, alla luce di quanto visto sul campo, ma, destino avverso a parte, serve ancora qualcosa in più.