OSIMANA – PASSATEMPESE 1 1

Non si sfata il tabù Diana, per l’Osimana. Finisce in pareggio (1 a 1), l’atteso Derby contro la Passatempese di Mr. Strappini, in uno Stadio, tornato alla ribalta, nel migliore dei modi, dopo la pausa di ristrutturazione. Pubblico delle grandi occasioni, giornata splendida, motivazioni opposte, nelle due compagini, ma di alta intensità, tutti ingredienti per una grande giornata, quale in effetti, è stata. L’Osimana, chiamata alla riscossa, dopo il passo falso di Senigallia, per non perdere il treno play-off, prova subito a fare la partita, rendendosi pericolosa con Pasquini prima e Ferri poi. Il Passatempo, coriaceo ed arcigno, come sempre, interpreta il derby, con il piglio giusto e passa in vantaggio al quarto d’ora, con Madonna, tanto bravo, quanto fortunato, a capitalizzare al meglio, un respinta corta della difesa giallorossa e ad indovinare il tiro perfetto, sotto l’incrocio, che non lascia scampo a Pesce. Tripudio sugli spalti, sponda gialloblù. L’Osimana, non sbanda e spinta dal pubblico amico, trova il pareggio alla mezz’ora: punizione dalle trequarti sinistra, magistralmente battuta da Morganti, per la testa di Castorinina, che pesca l’angolo basso, alla sinistra del portiere Moscoloni. Ristabilita la parità, l’undici di casa, si fa preferire, nella fase finale del tempo, dove sfiora il vantaggio, con Ripa, il cui fendente, pizzica il palo esterno, della porta ospite. Squadre negli spogliatoi, con il risultato di parità e nessun cambio ad inizio ripresa. Le notizie che arrivano dagli altri campi, spingono i giallorossi ad attaccare ed approfittare del turno casalingo. Occasionissima per Pasquini, in avvio, con miracolo di Moscoloni. La gara si fa spigolosa, pur corretta, in perfetto stile derby. L’Osimana si fa leggermente preferire per la manovra, ma è il Passatempo ad avere la più grande occasione della partita, con Magi bravo a battere a colpo sicuro in piena area e Pesce, con un miracolo, a strozzare in gola, l’urlo del gol, ai supporters ospiti. Mr. Mobili, tenta la carta Gallina, per Ripa e del rientrante Ciaramitaro, per Montesi. Pochi minuti ed è proprio Ciaramitaro, con un gesto scriteriato, a rovinare i piani giallorossi, facendosi espellere e costringere Mobili a togliere il neo entrato Gallina, per Paccamicci. Nonostante l’inferiorità numerica, l’Osimana regge bene il campo, mostrandosi anche pericolosa in alcuni frangenti, purtroppo senza trovare quel gol vittoria, che avrebbe consentito un bel passo avanti nella corsa play off e finalmente la vittoria nel proprio Stadio. Peccato, ma risultato tutto sommato giusto, al termine di una gara avvincente e per niente noiosa.