SASSOFERRATO GENGA – OSIMANA 2 2

Una bella Osimana, soprattutto nella seconda frazione della partita, esce con un pareggio, dall’insidiosa trasferta, in casa di quella che era, fino a poche settimane fa, la capolista del girone. 2 a 2, il risultato finale, che sta stretto, per non dire strettissimo ai giallorossi. Mr. Mobili, che deve rinunciare a Ristè e Marcantognini, infortunati ed a Ciaramitaro, nella sua prima giornata, delle due di squalifica, rimediate nel derby, schiera Pesce tra i pali, protetto, dai 2 centrali, Montesi e Gregorini, con Paccamicci e Castorina sugli esterni. Ferri e Morganti, solita e solida coppia di centrocampo, con Pasquini e Sabbatini incursori. Sorti offensive, affidate a Streccioni e Ripa. Partita equilibrata, spezzata al 15’ dal regalo difensivo, concesso dai giallorossi ed abilmente sfruttato, da Piermattei, che trafigge Pesce con un tiro a fil di palo. L’Osimana non si scompone e mette alle corde, il Sassoferrato Genga, che interpreta al meglio, l’arbitraggio a dir poco permissivo, del Sig. Bottin di Ancona, manganellando a destra e sinistra, per non dire in largo e lungo. Predominio territoriale, interrotto dai rapidi contropiede, innestati dal portiere Latini, a favore del favoloso trio d’attacco, dei padroni di casa. L’Osimana, ha la pecca di sembrare timida, al momento di tirare in porta, od innestare le consuete frecce laterali. Il tempo si chiude con i padroni di casa in vantaggio. Quello che sia successo, negli spogliatoi, non è dato sapere, ma quello che è ben visibile a tutti, è la metamorfosi della squadra giallorossa, nella ripresa. Pasquini e Sabbatini, indemoniate spine sui fianchi della difesa avversaria, Morganti e Ferri a dettare i tempi, con Ripa, ma soprattutto Streccioni, a spadroneggiare in avanti. Così, dopo aver sfiorato il pareggio, con Streccioni, Pasquini e Ripa, arriva l’inevitabile marcatura, nonché meritata, ad opera di Morganti, bravo a raccogliere a centro area, un invitante pallone, servito da Pasquini. Dopo il pareggio, l’inerzia della partita, non cambia. I ragazzi di Mr. Mobili, continuano a spingere sull’acceleratore e naturale conseguenza, arriva il raddoppio, sempre di Morganti, con un’azione fotocopia della precedente. Il Sassoferrato, tenta la reazione, affidandosi al trio d’attacco, ricco di talento, nonché di malizia e capace di indurre l’arbitro a concedere un rigore, sul quale non esprimiamo giudizi, di rito, ma fuori dal contesto di un arbitraggio, che ha lasciato correre interventi, che anche un non vedente, purchè non udente, avrebbe sancito e sicuramente sanzionato. Arriva così, il pareggio per i padroni di casa, che trascorrono i minuti finali, più a cercare di non perdere, che nel tentativo di vincere. Latini, si supera su tiro a giro di Pasquini, deviando sulla traversa e spegnendo l’urlo del gol, ai tifosi giallorossi, che a fine partita hanno omaggiato i ragazzi, con il meritato applauso. Nell’amarezza, i complimenti per la prestazione e l’attenzione rivolta a Sabato, dove al Diana, ore 16:30, arriva la capolista Porto Recanati.

OSIMANA: Pesce, Castorina, Paccamicci (Baro), Ferri, Montesi, Gregorini, Sabbatini, Morganti, Streccioni, Pasquini, Ripa (Negozi). All. Mobili  A Disp: Polenta, Gabbanelli, Magrini, Campanelli, Gallina