Archivi autore: admin

E’ QUI LA FESTA?

Gran bella serata, quella di Sabato 5 gennaio, presso i locali della Parrocchia della Misericordia. Cena di tutta la famiglia Osimana, con la Prima Squadra, reduce dalla vittoria interna contro il Mondolfo, al completo e tutti i ragazzi del Settore Giovanile con genitori al seguito. Ad impreziosire la serata, anche la presenza del Sindaco Simone Pugnaloni e dell’indimenticato giocatore giallorosso, nonchè professionista affermato, Gianfranco Matteoli. Tutto molto bello . . . . ed anche molto buono, grazie alla cucina davvero ottima, dello Chef Angeletti e dello Staff della Parrocchia. Servizio al tavolo impeccabile, grazie alle bellissime “Veline Giallorosse”. Grazie, Grazie, Grazie !!

OSIMANA – MONDOLFO 1 0

L’Osimana batte il Mondolfo, di misura, grazie alla rete nella prima frazione di Magrini. Risultato importante, ottenuto contro un’avversario veramente tosto ed al quale, l’undici di Mobili non ha concesso alcuna palla gol. I giallorossi si schierano con Pesce tra i pali. Madonna, Bergamini, Iannaci e Montesi a difendere. Ferri e Micucci centrali, con il trio Magrini, Gasparini e Streccioni a supporto di Cerbone. Partono meglio gli ospiti, che giostrano di più, ma è l’Osimana che va vicino al vantaggio con Cerbone, lesto a girare sotto porta, di poco alto sopra la traversa. E’ il preludio al gol, che arriva al termine di una sgroppata sulla fascia di Magrini e bolide dai 25 metri che si insacca nell’angolo alto opposto, della porta difesa da Spallacci. Il Mondolfo accusa il colpo e l’Osimana va vicino al raddoppio, prima con Streccioni di testa e poi con lo stesso Magrini che spara alto da posizione invitante. Il tempo si chiude con quello che poi sarà il risultato finale. Nella ripresa, il Mondolfo spinge e l’Osimana contrasta, tentando sortite sporadiche. Alla mezz’ora, il ritorno in campo di Dell’Aquila e la squadra giallorossa, ne beneficia, sfruttando le doti dell’esperto attaccante e costruendo qualche bella iniziativa. In campo anche Campanelli per Gasparini e Mezzelani per Madonna, autore di una bella prestazione. L’Osimana va vicinissima alla rete con Dell’Aquila, che svetta in area su corner, con palla che sibila il palo e poco oltre il 90′, lo stesso attaccante, si procura un rigore, netto, purtroppo tirato a lato da Cerbone. Ultimi minuti di naturale apprensione, ma Pesce rimane inoperoso fino al triplice fischio finale, quando tutta la squadra corre a festeggiare sotto la curva festante.

SI RICOMINCIA DAL DIANA

Sabato, 5 Gennaio, ore 14:30, l’Osimana riprende la sua corsa, dopo la sosta natalizia, al Diana, contro il quotato Mondolfo, che ad inizio stagione era accreditato dei migliori pronostici e con un’attuale classifica ingenerosa, rispetto all’organico in essere. Sfida dura, quindi, per i ragazzi di Mr. Mobili. Buone notizie dall’infermeria, svuotata ad eccezione del solito Baro, con qualche precauzione per Ristè e Dell’Aquila.

VALFOGLIA – OSIMANA 3 2

Tanta amarezza, di ritorno dalla trasferta di Valfoglia. L’illusione dell’intera posta svanita nella seconda parte della ripresa ed addirittura la beffa della sconfitta nei minuti finali, grazie a 2 punizioni magistralmente battute da Sacchi. L’Osimana scesa in campo con la stessa formazione di sabato contro il Cantiano, stesse anche le sostituzioni ai stessi minutaggi, va due volte in vantaggio, prima con Cerbone, lesto ad approfittare magistralmente delle lacune della difesa ospite e poi con Iannaci, al primo pallone toccato, su azione d’angolo. Nel mezzo, due occasioni che a dir clamorose, si fa loro torto, con reti divorate, a pochi centimetri dalla riga bianca di porta. Tutta qui la partita giallorossa, con l’inspiegabile sensazione di una palla rovente, mai governata e sempre respinta sui piedi degli avversari, che se pur di levatura complessivamente non superiore, hanno avuto il merito di non demordere dopo gli svantaggi, cercando attraverso il gioco, di trovare le soluzioni. Sabato a Barbara, servirà un’inversione di tendenza. Lo richiede la classifica e lo meritano, in primis i tifosi, accorsi numerosi anche ieri sera ed illusi di ben altra stagione.