Archivi autore: admin

OSIMANA – NUOVA REAL METAURO 2 1

E sono 6 !! Sei vittorie consecutive per i ragazzi di Mr. Mobili, 9 nelle ultime 11. Numeri impressionanti, per i ragazzi giallorossi, che scalano la classifica e si guadagnano a pieno merito, l’ultima posizione utile per disputare i play-off. Morganti e Streccioni, siglano le reti che valgono la vittoria, intervallate dal gol capolavoro di Bracci, per il momentaneo pareggio ospite. Pomeriggio di festa, in quel di Offagna, campo ancora una volta amico, ma vittoria per niente facile, per quanto certamente meritata. Mr. Mobili, deve rinunciare a Ciaramitaro, infortunato nella rifinitura di sabato mattina (prognosi minima di 2 o 3 settimane)ma può contare, sul rientro di Montesi, protagonista del Torneo delle Regioni, nella Rappresentativa Marche, la scorsa settimana. Il solito Pesce tra i pali e cambio tra i centrali, con Ristè che affianca Gregorini, al centro della difesa. Castorina e Montesi ai lati. Collaudata coppia di centrocampo, con Ferri e Morganti. Ripa e Sabbatini sugli esterni a supporto di Negozi e Streccioni. Parte subito forte il Real Metauro, con predominio territoriale nei primi 20 minuti, dando l’impressione di non meritare affatto l’ultima posizione in classifica. L’Osimana, soffre il giusto e pian piano, prende le misure all’avversario, riuscendo con buone trame a portare al tiro Ripa, prima e Ferri poi, con interventi decisivi dell’estremo difensore ospite Pajardi, bravo, quanto gratuito provocatore nelle fasi finali del match. Il primo tempo si chiude con il punteggio di partenza. Nella ripresa, nessun cambio, ma ulteriore accelerazione dei giallorossi, che pervengono al vantaggio, all’ottavo. Bello spunto di Sabbatini, fermato irregolarmente dalla difesa ospite. Punizione invitante, per il sinistro delicato di Morganti, che come all’andata, punisce il Real Metauro. Il Vianello, festeggia il meritato vantaggio, spento, dopo un paio di minuti, dalla prodezza dell’ottimo Bracci. Palla persa ingenuamente in fase offensiva, dalla squadra di Mobili e ripartenza di Bracci, che salta in velocità un numero impressionante di avversari, entra in area e fulmina Pesce, proteso invano sulla sua destra. Chapeau. I giallorossi, non si scompongono e pressano con maggiore insistenza. Al 15’, su azione d’angolo, Streccioni insacca di testa, all’altezza del secondo palo, portando di nuovo in vantaggio l’Osimana. Grande tripudio e colpo mortale, per gli ospiti, che perdono un po’ le staffe e si affidano al solito Bracci, per riequilibrare il risultato. L’Osimana, controlla senza grandi patemi e ripropone interessanti situazioni, con il fresco Pasquini, subentrato nel migliore dei modi, a Ripa, autore di una buona prova. Mr. Mobili, rinforza il centrocampo, con l’innesto di Baro per l’esausto ma applaudito Streccioni. Nel finale, Magrini sostituisce Sabbatini, per dare freschezza e velocità sugli esterni. Brutta tegola nei minuti di recupero, per l’infortunio di Ristè, sospetto stiramento, rilevato da Campanelli. Al triplice fischio finale, esultanza e corsa sotto la tribuna a ricevere i meritati applausi. Missione compiuta, per i ragazzi giallorossi, bravi a non sottovalutare l’impegno e soprattutto l’avversario, risultato osso duro, come da ammonimenti di Mr. Mobili in settimana. Grandi applausi e grandi elogi per tutti. Ora, situazione infortuni delicata, ma la compattezza dimostrata, la forza del gruppo e l’unione di squadra, devono portarci necessariamente, a pensare, partita su partita, passo dopo passo, una alla volta. Niente distrazioni, lavoro, concentrazione e testa alla difficile trasferta di Senigallia, sponda Marzocca. Fatto tanto, ma niente è fatto. Forza Ragazzi !!

NOTA DELLA SOCIETA’: ANCORA OFFAGNA

U.S.D. Osimana, comunica che, la partita casalinga contro la Nuova Real Metauro, valevole per la 9° Giornata di ritorno del Campionato di Promozione, verrà disputata Domenica 8 Aprile, allo Stadio Vianello di Offagna, alle ore 16:00. Lo spostamento si è reso necessario, per l’inagibilità del manto erboso dello Stadio Diana.

SITUAZIONE LAVORI STADIO DIANA: nella giornata di ieri, la ditta “LA GRAMIGNA”, incaricata dei lavori di ripristino del manto erboso, ha effettuato l’ultimo trattamento di disinfestazione e concimazione, assicurandoci che, condizioni climatiche permettendo, il campo sarà disponibile, dalla prossima giornata di Campionato. Al momento della sottoscrizione del contratto, la ditta stessa, aveva pronosticato il corretto uso dell’impianto, dopo circa 20 giorni. Purtroppo, le avverse condizioni climatiche ( neve 2 volte e temperature basse) hanno rallentato e di molto, l’evolversi della situazione. Se e solo se, il manto erboso, risponderà alle promesse della ditta incaricata, l’Osimana tornerà a giocare nella propria “casa”. Non ci saranno altri motivi, se non la salvaguardia dell’incolumità dei propri giocatori, della prestazione sportiva o del danneggiamento dei lavori fatti, se i tempi non saranno maturi.

COMUNICATO ULTRAS: Apprendiamo con dispiacere e sgomento, il Comunicato degli Ultras, nella quale si citano sentimenti come “DISPREZZO”, assenza, lontananza e giocattoli personali. La Dirigenza, opera giornalmente, al meglio delle sue capacità, non lesinando sforzi e buone intenzioni, al fine del corretto svolgimento delle attività della Prima squadra e del Settore Giovanile. Le critiche, se costruttive, possono essere di stimolo a miglioramenti. Gli insulti, nonché il disprezzo, a nostro parere ingiustificato, no. Quale motivo potrebbe spingerci a non giocare le partite al Diana? Per pagare il Canone di Affitto alla Conero Dribilng? Perdere incassi e la gestione del bar? Ci accusano di voler giocare ad Offagna, per il terreno di gioco favorevole. Premesso che ciò, non risponde a verità, ma se mai fosse vero e non lo è, sarebbe follia giocare in un terreno dove su 4 partite abbiamo ottenuto 4 vittorie e non nell’altro, in cui su 7 incontri, 4 sconfitte e 3 pareggi? Rimaniamo esterrefatti, da tale comunicato, dove è evidente la considerazione di Presidente e dirigenza. Preconcetti, che a nostro parere non rispondono a verità. Se la Dirigenza è assente, basterebbe chiedere a giocatori, allenatori ed addetti ai lavori. Non replichiamo. Teniamo però a precisare che, da quando rilevammo la Società, sul punto di non iscriversi al Campionato di Prima Categoria, con impegni morali, non scritti, verso giocatori ed allenatori, generati in larga parte da “Fantomatico” mecenate con visioni di serie professionistiche, nel giro di 4 stagioni, 5 con quella in corso, abbiamo quasi sistemato i conti, anche quelli morali, pagato puntualmente i rimborsi, guadagnato una promozione ed allestito una buona, se non ottima squadra, con un futuro, prossimo e venturo. Credevamo di aver lavorato nella direzione giusta, rallentando con sacrificio, i tempi di un risanamento totale, a vantaggio di una rosa competitiva, compiendo ulteriori sforzi, nel momento di difficoltà di una classifica che pur non rispecchiando l’andamento delle partite, ci vedeva perdenti e nelle ultime posizioni. Lo sforzo di ingaggiare un allenatore professionale e capace, come Mobili, nonché l’arrivo di giocatori come Streccioni, Negozi, Carloni, Pasquini e Ciaramitaro, hanno portato l’Osimana a ridosso della zona play-off, a sole 7 lunghezze dalla capolista, vincendo 8 delle ultime 10 partite e perdendone solo 1 (per ironia al Diana). Della rosa, del nostro giocattolo, fanno parte 16 ragazzi osimani. Per scansare, se non togliere qualche sassolino, ci permettiamo, senza offesa per nessuno, per poi tornare a lavorare nel silenzio e purtroppo nell’indifferenza, ma con tanta passione e sacrificio: Tutto questo per un posto nello Stadio? Si parla di NOSTRA OSIMANA, Osimo nel cuore, costruzioni da anni e ……. tifo e sostegno a parte (del quale vi abbiamo sempre elogiato e sostenuto), cosa avete fatto per aiutarci a costruire una grande Osimana? fatto pagare 2/3 mila euro di multe l’anno? Avete forse sottoscritto abbonamenti? Avete forse raccolto il nostro appello, quando abbiamo chiesto l’aiuto di tutti per tinteggiare gli spogliatoi del Santilli ?(Si è presentato solo Giovanni). Dove eravate quando ci hanno tolto il campo di allenamento del Padiglione, ristrutturato da poco a nostre spese? Visto che siete venuti a protestare al Santilli (guarda caso ci avete trovato tutti), avete visto in che condizioni ci alleniamo? Insieme in un campo, prima squadra, juniores e Fc Osimo? Gente adulta che si cambia in contemporanea con bambini, negli spogliatoi sovraffollati? E fermiamoci qui, per non turbare la sensibilità altrui. Noi, lavoriamo senza rappresentare un COSTO, per l’Osimana, al meglio di quanto passione e capacità ci permettano, volente e non volente. Continueremo a farlo, per il magnifico ambiente creato nella Prima Squadra, per i validi allenatori e responsabili del Settore Giovanile, per i nostri Campioncini ed i loro genitori che ce li affidano, per la Storia che l’Osimana rappresenta, per la città di cui porta il nome, per tutti i tifosi ed i nostri 3 abbonati interi e 11 ridotti. Per finire, quando entrammo nell’Osimana, con tanto entusiasmo e voglia di COSTRUIRE, supponevamo delle difficoltà, ma illusi (e qui la colpa è nostra) che, memori degli anni passati dei fasti giallorossi (70/80/90), avremmo avuto il sostegno di amministrazione, imprenditori e tifoseria, uniti per il futuro di una Società importante che naviga verso i 100 anni, ma non è così. Siamo soli e dopo questo comunicato, ancora di più. Eppure ce l’abbiamo messa tutta. Pensateci su.

CANTIANO – OSIMANA 0 1

L’Osimana sbanca Cantiano, con un gol di Ciaramitaro all’ottantesimo minuto ed inanella la quinta vittoria consecutiva. Trasferta lunga quella di domenica, iniziata alle 9:00, orario di ritrovo e partenza del gruppo. Visita al centro di Cantiano, in attesa dell’orario fissato da Mr. Mobili per il pranzo. Ore 11:30, tutti insieme a consumare il tradizionale pasto dell’atleta, con pasta in bianco o pomodoro, verdure lesse, prosciutto e grana, per terminare con la crostata di rito. Ore 13:00, al campo. Concentrazione e direttive nel “sacro” dello spogliatoio, riscaldamento e pronti alle 15:00, per il fischio d’inizio. Mr. Mobili, sceglie Pesce tra i pali, con la collaudata coppia centrale Gregorini-Ciaramitaro. Paccamicci (classe 2000), rileva l’assente Montesi, con Castorina sulla fascia opposta. Solito centrocampo, con Sabbatini, Morganti, Ferri e Pasquini. Solita, anche la coppia d’attacco, con Negozi e Streccioni. Il Cantiano, parte meglio, con l’intraprendenza degli avanti Sacchi, Bucefalo e Bianchi, tutta gente con carriere in categorie superiori. L’Osimana soffre, Pesce la salva in una occasione, ma tiene botta, da “Squadra”, sempre con la S maiuscola. Tutti insieme a soffrire e tentare l’allungo, nella non irresistibile difesa avversaria. Sarebbe facile rimarcare la gagliarda prova di Gregorini, Ciaramitaro e Ferri, su tutti, ma è proprio la compattezza del gruppo, la coesione e l’aiuto reciproco di Castorina e compagni, con la disposizione al sacrificio ed alla causa, dei pur talentuosi, Sabbatini, Streccioni, Pasquini, Morganti e Negozi, a far si che la partita, pian piano prenda le sfumature sempre più giallorosse. Il tempo si chiude sullo 0 a 0, con formazioni immutate nella ripresa. L’Osimana non soffre più e prende campo. Streccioni prima, Sabbatini poi, hanno sui piedi la palla giusta, ma peccano nella mira. Negozi, tenta lo stesso colpo, che la settimana scorsa, valse il gol contro Gabicce, ma calibra male. Si arriva così, al fatidico 80’, quando Sabbatini scambia con Streccioni, da calcio d’angolo. Geniale tocco dell’attaccante, che innesta Sabbatini, grandioso ad incunearsi in area e scaricare dietro, sull’accorrente Ciaramitaro, che insacca. Entusiasmo in campo e sugli spalti, dove, nonostante l’inclemenza del tempo ed i chilometri, il folto gruppo di tifosi, non ha fatto mancare il sostegno. Sofferenza e denti stretti, negli ultimi 10 minuti, più 4 di recupero, con Morganti che si immola e salva il punteggio, su una complicata mischia in area. Prima del triplice fischio, dentro Ripa per Sabbatini, Marcantognini per Paccamicci, Baro per Negozi, Ristè per Streccioni. Al termine dell’incontro, tripudio e corsa sotto la curva. Bravi ragazzi.

 

DOMENICA A CANTIANO

Domenica 25 marzo, ore 15:00, Campo Sportivo di Cantiano. È questo il prossimo appuntamento, per i ragazzi giallorossi, che incroceranno le armi, contro la locale squadra, reduce dalla sconfitta di Villa Musone e senz’altro con tanta voglia di rivincita. Non sarà una sfida facile, quindi per l’Osimana, reduce da un buon periodo e con tanta voglia di stupire ancora. “Una partita alla volta” il motto, che circola nello spogliatoio dei ragazzi di Mr. Mobili e sicuramente non manca la determinazione per continuare la striscia positiva. Ancora fuori per infortunio, il portiere Polenta ed assenza sicura, quella di Montesi, impegnato con la rappresentativa Marche. Sulla via del recupero, Gabbanelli, che si è allenato regolarmente in settimana. Qualche problema anche per Marcantognini. Sabato mattina, rifinitura al Santilli ed il via alla lista dei convocati. Testa al Cantiano, conta solo domenica.