Archivi autore: admin

FC VIGOR SENIGALLIA – OSIMANA 2 2

Un punto da benedire o maledire? Sentimenti contrastanti nel post partita di Senigallia, dove l’Osimana, raccoglie un punto, al termine di una partita avvincente. Mr. Mobili, ridisegna lo schieramento, inserendo Baro al posto dell’infortunato Gregorini (confortanti i responsi medici), restituendo alla fascia Pasquini con il ritorno di Ferri in mezzo. In attacco, la coppia Ripa – Streccioni. Al cospetto dei quotati padroni di casa, i giallorossi affrontano col piglio giusto la gara, sfiorando il vantaggio e trovandolo, al 15’ con Streccioni, abile nel tocco al volo, con palla spedita sotto l’incrocio. Il vantaggio, provoca la reazione dei padroni di casa, che sfocia in forcing, anche se Pesce non suderà più di tanto, ma li espone ai contropiede, che per un non nulla, non portano al raddoppio. Il primo tempo si chiude sull’uno a zero per i giallorossi, che ripartono nella ripresa, con autorevolezza e trovano il raddoppio con Pasquini, bravo a chiudere una combinazione, Sabbatini – Ripa. Sembra fatta per l’Osimana, avanti due reti e con i padroni di casa che accusano, apparentemente, il colpo. Purtroppo, inesperienza, gioventù o sbadataggine, il solito patatrac tanto caro in questa stagione, che ispira il gol di Gorini, ex di turno e provoca quella miccia, che inevitabilmente, scatena i padroni di casa. Alla mezz’ora, arriva anche il pareggio, pregevole di Alessandroni, a ristabilire l’equilibrio, tenuto fino alla fine, sia dalle ripartenze non concretizzate dai giallorossi, ma soprattutto da uno strepitoso Pesce, miracolante in almeno un paio d’occasioni. Un punto, ma tanto amaro in bocca, per quello che poteva essere, ma non lo è stato. Ma questo è uno dei soliti discorsi…..

OSIMANA – CAMERINO 0 1

La nostra casa, il Diana, rimane stregato. Passa anche il Camerino, in virtù dell’unico tiro nello specchio della porta, dell’intera partita, ma autentica prodezza di Cottini, che dal limite, al volo, spedisce la palla sotto l’incrocio. L’Osimana, sulla scia degli ultimi risultati, ci mette tanta volontà, anche se difetta di lucidità e delle solite accelerazioni in fase offensiva. A questo punto, al netto delle superstizioni, rimane il dato inconfutabile, che le pessime condizioni del terreno di gioco, non agevola di certo, chi la partita la deve fare, né tantomeno, le giocate singole, quando la presa a terra è precaria. La decisione, di emigrare nel sintetico di Offagna, che fu, tanto per chiarire, della Società, non del vecchio allenatore, fu presa, proprio in virtù di queste ragioni, non per fare sgarbi al Sindaco od alla tifoseria. 7 partite al Diana, 3 pareggi e 4 sconfitte. In settimana, il via a nuovi lavori, affidati ad una ditta specializzata che già cura lo Stadio di Ascoli, la quale garantisce, condizioni ottimali, nel giro di 2 o 3 settimane. Tornare alla normalità, per ritornare a dominare il Diana. Mr. Mobili, vara una formazione offensiva, con l’inserimento delle 4 punte, spostando Pasquini in mediana, Ripa sull’esterno ed affiancando Streccioni a Negozi. Operazione rischiosa, ma giustificata dalla voglia di espugnare finalmente il Diana e dare una svolta alla stagione. Purtroppo, l’attenta difesa ospite ha avuto la meglio, sulle nostre offensive, mortificate poi ad inizio secondo tempo, dal gioiellino di Cottini, sopra descritto. Forcing e tanta  volontà, apprezzata dalla tifoseria, che a fine partita ha comunque applaudito i giocatori, ma ennesima sconfitta casalinga. Ora, testa a sabato, dove ci sarà da vedersela, con la quotata Vigor Senigallia, nella loro casa.

AL DIANA ARRIVA IL CAMERINO

Oggi, ore 14:30, si torna al Diana, dove troveremo il Camerino, fresco dei 4 gol rifilati al Villa Musone ed in grande condizione. L’Osimana, sulla scia delle ultime esaltanti vittorie, vuole regalare ai propri sostenitori, la prima vittoria nella “sua casa”, dove questa stagione ha raccolto solo amarezze. Non ci sarà Ferri, uno dei più in forma dei ragazzi di Mr. Mobili, appiedato dal giudice sportivo, ma lo spirito di gruppo, mai mancato, lascia ben sperare. Appuntamento al Diana !!

FILOTTRANESE – OSIMANA 0 1

Vince ancora, l’Osimana targata Mobili. I giallorossi, espugnano Filottrano, grazie alla rete di Negozi, al 10’ del primo tempo ed al grande cuore ed organizzazione difensiva, scaricata in campo. Per questa importante sfida, tra “centenarie”, Mr. Mobili ha ripresentato la formazione vincente di Mondolfo, ad eccezione dell’esclusione di Baro, per il rientrante Castorina. Iniziano bene, i padroni di casa, ma l’Osimana c’è ed al 10’, Negozi, vede premiata la sua caparbietà ed intelligenza, da un colpo di fortuna, che fa di un contrasto, un tiro vincente. Buona sorte, ma in stagione, il credito con la dea bendata è alto ed il merito, al giocatore va certamente dato. La Filottranese, si riversa in attacco, ma è controllata a dovere dalla retroguardia, o meglio, dalla squadra giallorossa, che fa quadrato a difesa di Pesce, che deve intervenire solo una volta, bravo a deviare in angolo, un fendente di Coppari. Nella ripresa, nessun cambio e stesso copione del primo tempo, con i padroni di casa protesi alla ricerca del pareggio e la squadra giallorossa, attenta in difesa e pronta ad innescare le frecce Pasquini e Sabbatini. La Filottranese, sfiora il pareggio con Duranti, che inzucca sul palo, ma l’Osimana è davvero pericolosa, con Ripa prima e Castorina poi, vicinissimi al raddoppio. 5 minuti di recupero, con finale al cardiopalma per un calcio piazzato ed un angolo, a far soffrire, ma non capitolare l’undici giallorosso, che al triplice fischio, corre sotto la curva a festeggiare la vittoria. Bravi ragazzi, siete stati ancora una volta grandi. Sabato, si ritorna al Diana, dove non abbiamo ancora vinto….

OSIMANA: Pesce, Castorina, Ristè, Ferri, Montesi, Gregorini, Pasquini (Carloni), Morganti, Ripa, Sabbatini, Negozi (Streccioni). All. Mobili. A Disp.; Polenta, Paccamicci, Gallina, Baro, Campanelli.

MONDOLFO – OSIMANA 1 4

Comincia nel migliore dei modi, l’avventura di Mr. Mobili, alla guida dell’Osimana. Trasferta difficile ed avversario veramente tosto, forse il migliore visto contro i giallorossi, in questa stagione. L’Osimana, si impone con il risultato di 4 a 1, frutto di una gara attenta, affrontata dai ragazzi nel migliore dei modi, dal punto di vista della concentrazione, determinazione e voglia di portare a casa il risultato. Mr. Mobili, schiera così la sua prima Osimana: Pesce, Baro, Ristè, Ferri, Montesi, Gregorini, Pasquini, Morganti, Ripa, Sabbatini, Negozi. A disposizione: Polenta, Paccamicci, Gallina, Pesaresi, Straccio, Carloni e Mercanti. Parte forte il Mondolfo, che costringe la formazione giallorossa a serrare le fila, a difesa di Pesce, non disdegnando qualche ripartenza veloce. Pesce attento, pur senza grandi interventi e salvato al 15’ da Baro, che respinge sulla linea, un beffardo pallone che, dolcemente andava a spegnersi dentro il sacco. Al 20’, l’Osimana passa in vantaggio. Bella azione di Pasquini, che apre per Sabbatini, lesto ad accentrarsi. La difesa avversaria, stende l’esterno giallorosso, al limite dell’area, proprio quando caricava il tiro. Punizione calciata da Ripa, che con un bolide, insacca alle spalle di Petrini. Grande gioia sugli spalti, sponda giallorossa. L’Osimana, prende vigore dal vantaggio e controlla agevolmente, la reazione avversaria. Sul finire del tempo, il Mondolfo raggiunge il pari, con Travaglini, bravo ad infilare Pesce, con un bolide dal limite, dopo una bella azione corale. Tutti negli spogliatoi e stesse formazioni al rientro in campo. Pressing fulmineo dei giallorossi, che conquistano un angolo. Palla bassa a centro area, dove Montesi, anticipa tutti e con un sapiente tocco, infila l’angolo più lontano della porta difesa da Petrini. Tripudio e giusto premio, per un ragazzo sempre attento, come Montesi. Il Mondolfo, accusa il colpo, pur riversandosi all’attacco, ma senza la lucidità mostrata inizialmente, tant’è che dopo appena 10 minuti, l’Osimana trova il terzo gol, con una azione capolavoro di Sabbatini, che si invola, supera tre avversari ed insacca. Grande Saba !! l’Osimana, controlla fino al termine, senza grandi sofferenze e sigla il 4 a 1, allo scadere con Paccamicci, lesto a farsi trovare pronto, sull’invitante palla messa dentro dallo scatenato Pasquini. Al triplice fischio, grande festa finale, con il numeroso gruppo di tifosi, al seguito della squadra.