Archivi autore: admin

BIG MATCH AL DIANA

Sabato, ore 15:00, Stadio Diana, match clou dell’ottava giornata del girone di ritorno del Campionato Promozione, girone A: Osimana – Vigor Senigallia. Partita dal grande fascino, mitigata, purtroppo, dai 20 punti in più degli ospiti, che sono lanciati al secondo posto. Ritorno al Diana degli “ex” Morganti e Sabbatini. Come sempre, Mr. Mobili è alle prese con le assenze: Cerbone sicuro out, qualche speranza per Pasquini. Appuntamento al Diana !!

ALLIEVI GIA’ GRANDI

E sono 6 !! Gli allievi di Mr. Giacco e Bellucci conquistano il sesto risultato utile in trasferta ( 5 vittorie e 1 pareggio ) nel derbyssimo di Passatempo. Gara fin da subito interpretata bene dai giallorossi che vanno in vantaggio al 20’ del primo tempo con Andreucci.  Passano 5 minuti e ancora una volta Blasetti innesca Andreucci che raddoppia. Il secondo tempo è un susseguirsi di emozioni fino al terzo gol di Blasetti. A 20’ dalla fine cala il poker Carrelli . Con questa vittoria i nostri ragazzi si portano a 17 punti,  2 punti dal duo di testa Camerano/Filottrano. Domenica, sfida affascinante in quel di Filottrano. Forza ragazzi !!

 

L’OSIMANA CHE SORRIDE

Poker !! I ragazzi della juniores conquistano la quarta vittoria consecutiva nel difficile campo dell’Osimo stazione. Gara, fin da subito, combattutissima come un derby che si rispetti con 5 gol, due espulsi (uno per parte) e belle giocate da entrambi i lati. La squadra giallorossa passa in vantaggio con un gol di Straccio, ma i padroni di casa prima pareggiano su rigore, poi passano in vantaggio, verso la metà del secondo tempo. La reazione non si fa attendere, prima bomber Melonari riporta la partita in equilibrio segnando il gol del 2-2 e sul finire del match, Paccamicci ribalta il risultato. Ottima partita dei nostri ragazzi che hanno dimostrato, oltre a bel gioco e compattezza, spirito di sacrificio. Il prossimo appuntamento della squadra guidata dal duo Aliberti-Bellucci, è domenica pomeriggio nell’incontro casalingo contro il Fabriano Cerreto.

Sergio Barigelletti

LE INTERVISTE DI CARLO NARDI: MOBILI

OSIMANA AL GRAN COMPLETO PER IL DERBY CON L’OSIMO STAZIONE

Alla vigilia della trasferta comunale di Osimo Stazione, l’Osimana ritrova tutti i tasselli del mosaico giallorosso e si prepara ad affrontare il Derby al gran completo. Rientrano infatti da infortuni ed acciacchi vari sia Iannacci che Micucci, entrambi impegnati a tempo pieno nella partita infrasettimanale di allenamento.

Abbiamo sentito Mister Roberto Mobili per un veloce resoconto sulla situazione dei suoi ragazzi.

“La squadra ha lavorato bene per tutta la settimana e siamo riusciti a recuperare sia Iannacci che Micucci. I due saranno a disposizione anche se avranno bisogno di mettere minuti sulle gambe perché fermi da quindici giorni.”

Ad Osimo Stazione vi attende un derby pieno di insidie.

“Sì lo sappiamo. Affronteremo una squadra motivata, tosta e scorbutica per tutti, che sta facendo un buon campionato. Noi dobbiamo finalmente trovare la continuità che ci è sempre mancata durante tutta la stagione. A questo punto del campionato i punti cominciano a pesare come macigni: arrivano partite dai risultati inappellabili ed i derby in più rappresentano sempre incontri particolari.”

Venite da un secco 5 a 0. Quali sono le ripercussioni psicologiche che un allenatore deve tenere lontane.

“Lasciamoci alle spalle la goleada di sabato scorso. Un buon risultato ma che non ci deve illudere. Non dobbiamo pensare che siamo diventati bravi in un batter d’occhio. Dobbiamo continuare e farci perdonare le brutte prove esterne, soprattutto quella di Marzocca. Dobbiamo stare sul pezzo – conclude consapevole Mobili – e riuscire ad invertire la tendenza esterna assolutamente deficitaria in termini di punti.”

L’Osimana sarà al gran completo anche sugli spalti perché, dopo lo sciopero di sabato scorso, gli Ultras sembrano intenzionati a tornare calorosi a sostenere la propria squadra, con la speranza di cogliere una vittoria che significherebbe molto per l’ambiente in termini di consapevolezza e di tranquillità per affrontare la parte finale del campionato.

 

Carlo Nardi

OSIMANA – LAURENTINA 5 0

 

 

“IO L’HO VISTA COSI'” : DI CARLO NARDI

Quando uno di cognome fa Dell’aquila non c’è da sorprendersi se consideri l’area avversaria come il suo naturale territorio di caccia. Così senza volarci tanto su, il “Rapace” in livrea giallorossa si avventa sulla difesa avversaria e la riduce in brandelli dopo solo 45 minuti.  Tre gol ed un assist nel primo tempo ed un gol nella ripresa, rappresentano un bottino di tutto rispetto anche se ottenuto contro una difesa non certo insuperabile, visto che tutte le conclusioni dei gol sono avvenute dall’interno dell’area avversaria. Dell’Aquila si porta a casa il pallone della sfida con tutte le firme dei compagni di squadra e raggiunge così quota 13 nella classifica marcatori, a soli 5 gol dal traguardo personale delle 150 marcature in carriera.  Il ‘pokerissimo’ lo firma Madonna per un cinque a zero finale che chiude una settimana non certo indimenticabile per i Giallorossi. Un risultato che rappresenta il ‘minimo sindacale’ secondo gli ‘Ultras’ che hanno manifestato attraverso lo sciopero del tifo il proprio dissenso per le deludenti prove esterne della squadra. Un ruolino, quello lontano dalle mura domestiche, assolutamente deficitario, poiché l’Osimana ha un’ottima resa interna, ma assolutamente sotto le previsioni nelle trasferte : infatti lontano dal ‘Diana’ ha ottenuto solo 6 dei 30 punti in classifica. Uno ‘score’ che deve far pensare e che è evidentemente di carattere più psicologico che tecnico-tattico. Forse è solo questo il grande cruccio di Mister Mobili che con grande senso di responsabilità si è assunto tutto il carico della situazione e sta cercando di invertire la tendenza esterna. Tornando alla partita di sabato scorso c’è poco da aggiungere. L’Osimana ha fatto la sua gara con il piglio e la superiorità che dalla carta si è trasferita al rettangolo di gioco e concedendo agli avversari solo una pericolosa conclusione di testa di Caprini su invito di Fiori quando si era già sul 3 a 0 per i locali: bel gesto atletico ma palla alta sopra la traversa. L’Osimana adottava il solito 4,2,3,1: di fronte ad un inoperoso Pesce, la linea difensiva era composta da Castorina, Bergamini, Risté e Montesi; Ferri e Gasparini in mezzo e Madonna, Streccioni e Cerbone a sostegno di Dell’Aquila. Tra le cose più belle viste nel match, non si può dimenticare la bellissima ‘bicicletta’ di Cerbone che al 5’ viene imbeccato da Streccioni e da fuori area non esita ad emulare Ronaldo con un ottimo risultato estetico e tecnico che finisce potente nello specchio di porta ma che il portiere sventa in angolo con qualche apprensione. Un elogio a parte lo merita anche Madonna e non solo per il gol servito su un piatto d’argento da Dell’Aquila, ma soprattutto perché il classe 2000 si fa trovare sempre pronto e non esita a confrontarsi con ruoli anche non propriamente suoi ogni qual volta il Mister glielo chieda. Nato con la propensione all’attacco, l’abbiamo spesso visto anche esterno difensivo confrontarsi, lui che non ha certo nell’imponenza fisica la sua dote principale,  con pesi massimi dell’attacco avversario senza mai soccombere e questo merita un elogio per l’abnegazione e l’attaccamento alla maglia. Nel finale tourbillon di sostituzioni con in campo la linea verde composta da Mezzelani, Leonardi, Magrini, Gallina e Pasquini, quest’ultimo tenuto a riposo con Iannacci e Micucci, per malanni non ancora definitivamente alle spalle.

Ora c’è da invertire la tendenza esterna con la difficile trasferta di Osimo Stazione. C’è ancora tempo per chiudere bene il campionato e trovare quella continuità che è sempre mancata e che risulta il vero gap di questa squadra.

 

Carlo Nardi