ANCORA DERBY AL DIANA

Sabato, ore 14:30, Stadio Diana, nuovo derby, questa volta contro l’Osimo Stazione. Dopo la buona prestazione di mercoledì, Mr. Mobili dovrà ancora fare la conta, per schierare l’undici anti-cugini. Indisponibili Baro, Iannaci, Montesi e Bergamini, molti dubbi per Ferri, Micucci e Dell’Aquila. Ci sarà da lottare, con tutto l’aiuto della tifoseria, che non è mai mancato. Forza ragazzi !!

OSIMANA – ANCONITANA 0 0

IO L’HO VISTA COSI’: DI CARLO NARDI

La ramanzina del Mister dopo l’opaca prestazione con la Laurentina sortisce l’effetto desiderato e un’Osimana in elegantissimo grigio bordato di giallorosso costringe al pari l’Anconitana con una prestazione gagliarda, nonostante il turnover anticipato dall’Allenatore in settimana. Pur non trattandosi di campionato, l’evento rappresenta pur sempre una sfida che non si può e non si vuole prendere con eccessiva disinvoltura e Mobili in settimana era stato chiaro: molti cambi ma testa al match perché una brutta figura non va mai bene. E così è stato: i ragazzi si sono dannati l’anima fino al 95’ per portare a casa un risultato positivo che fa morale e che conferma il dato per cui l’Osimana è squadra ostica per i Dorici e non fosse per un guardalinee fin troppo solerte nella sfida di campionato, staremmo a parlare di due pareggi su due gare. Ma torniamo ai giorni nostri perché la partita è stata bella e sempre aperta. Va detto che l’Anconitana ha esercitato un costante predominio ed il migliore in campo è risultato sicuramente Natali che ha sfruttato al meglio l’occasione presentatasi e si è reso autore di una prestazione maiuscola, strozzando più volte in gola l’urlo del gol del vantaggio ai Dorici. I Giallorossi tuttavia non hanno mai rinunciato a pungere la retroguardia avversaria con sortite spesso sofferte dalla difesa ospite. Il 4 – 1 – 4 – 1 scelto da Mobili si basa su una grande organizzazione difensiva dove, dopo il già menzionato Natali, Micucci svetta su tutti per una prestazione da leader, dirigendo alla perfezione il reparto composto da Gatto secondo centrale, Magrini e Pasquini, schierato quest’ultimo nell’inedita posizione di terzino. Ristè davanti alla difesa con  Madonna, Castorina, Campanelli e Leonardi a supporto dell’unica punta Dell’Aquila, completano lo schieramento. L’Osimana ha trovato subito la quadratura tanto che l’Anconitana, schierata quasi al gran completo se si fa eccezione per gli esterni di difesa e per Mastronunzio subentrato quasi ad inizio ripresa, e scesa al Diana per fare bottino pieno e cospicuo, faceva difficoltà a sfondare ed andava a sbattere spesso sul muro difensivo locale. I ragazzi erano telecomandati dalle sonore indicazioni del Mister che dall’area tecnica li guidava senza soluzione di continuità: praticamente il dodicesimo in campo. Insomma superata la temuta mezz’ora iniziale senza particolari patemi d’animo, l’Osimana prendeva  coscienza della propria solidità e controllava gli avversari fino al fischio dell’intervallo. Stessa musica più o meno nella ripresa quando però la pressione ospite, con il passare dei minuti, si faceva sempre più sentire anche per via del fatto che Nocera decideva di mandare in campo tutta l’artiglieria pesante, ma dovevano fare i conti con un Natali in giornata di grazia. Mister Mobili rispondeva con la linea verde e dava il via al tourbillon delle sostituzioni togliendo Dell’Aquila per Streccioni e mandando in campo in rapida successione: Re, Paccamicci, Durante e Straccio i quali, aggiunti al già presente Madonna faceva sì che l’Osimana finisse con cinque ‘2000’ che certo soffrivano, ma non sfiguravano contro i senatori Biancorossi. Prova orgogliosa insomma per i ragazzi di Mister Mobili sempre sostenuti da una rumorosissima tifoseria. Ottimo test in vista del Derby di Sabato prossimo contro l’Osimo Stazione.

 

Carlo Nardi

LE INTERVISTE DI CARLO NARDI: IL MR POST LAURENTINA

MR MOBILI DA’ LA SCOSSA ”DAI MIEI RAGAZZI PRETENDO DI PIU’“

Alla vigilia del derby di Coppa contro l’Anconitana, e dopo l’affermazione sul campo della Laurentina, la domanda sorge spontanea e con Mister Mobili proveremo a dargli una risposta: può una vittoria in trasferta e per giunta netta per quel che concerne il risultato, lasciare l’amaro in bocca? Sembra di si a sentire l’Allenatore dei Giallorossi che si dice per nulla soddisfatto della performance dei suoi, nonostante il risultato.

“Non è stata una bella partita. Siamo scesi in campo poco concentrati e troppo tranquilli e questo non era nelle previsioni del match. Avevamo preparato la partita in maniera diversa – continua Mister Mobili – ma l’impatto è stato a dir poco deludente. Non sono soddisfatto e pretendo molto di più. Questa era una partita importantissima per entrambe le squadre ed abbiamo rischiato di compromettere il risultato finale. Vittorie come questa di San Lorenzo, possono essere illusorie e molto pericolose. Ci vuole una scossa perché non possiamo sempre attaccarci all’alibi delle assenze che sembra stia penalizzando i ragazzi più psicologicamente che fisicamente. Se dovessimo scendere in campo con lo stesso atteggiamento anche contro l’Anconitana in Coppa mercoledì, faremmo una bruttissima figura e questo non è nel mio DNA. Ripeto: l’atteggiamento non mi è affatto piaciuto e ne parlerò ai ragazzi già dalla prossima seduta di allenamento.

A proposito di Coppa, si andrà verso la conferma dei titolari o ci sarà turnover?

Ritengo che sia il caso di far rifiatare qualcuno e farò giocare dall’inizio chi è stato meno impegnato, pur restando altissima la tensione e cercando sempre di non perdere di vista il fatto che si tratta di un match dai contenuti campanilistici sempre altissimi, quindi massima concentrazione e grande opportunità di farsi valere per chi ha visto di meno il campo.

La domanda, come sempre purtroppo, è d’obbligo: come procede con gli infortunati?

Il più vicino al completo recupero è Iannaci, ma non posso ancora dire quando avverrà. Bergamini ha ripreso a correre e vedremo quali saranno le prime reazioni fisiche dopo tanta inattività, mentre per Montesi ci vorrà ancora qualche settimana. Per Baro i tempi sono ancora Lunghi.

Tornando al campionato va segnalato che gli attaccanti hanno trovato la via del gol in maniera costante.

E’ vero, sono degli ottimi giocatori che dopo un piccolo periodo di ambientamento, hanno ritrovato tutti la regolarità nelle marcature. Sono giocatori forti che possono dare molto, ma che hanno bisogno di essere serviti meglio per poterne sfruttare a pieno le grandi capacità realizzative. Voglio concludere ringraziando ancora una volta i tifosi che erano presenti in maniera consistente, sia per numero che per tifo, anche a San Lorenzo, che non è certo dietro l’angolo. Ci sostengono anche quando andiamo in difficoltà, dimostrando un attaccamento fuori dal comune.

Una intensa settimana aspetta i Giallorossi che saranno in campo praticamente tutti i giorni: allenamenti lunedì, martedì, giovedì e venerdì ed impegno di Coppa Mercoledì alle 14,30 al Diana. Come sempre per Mister Mobili il lavoro duro è la miglior medicina.

Carlo Nardi 

OSIMANA – ANCONITANA DI COPPA: ISTRUZIONI

U.S.D. OSIMANA – Comunicato Stampa del 30/10/2018

In merito all’incontro che si terrà Mercoledì 31/10 prossimo alle ore 14,30 al Diana contro la compagine del Capoluogo,  l’U.S.D. Osimana comunica che metterà in atto disposizioni convenute con le Forze dell’Ordine per garantire a tutti gli spettatori la massima sicurezza e godibilità di un evento calcistico importante e di quella che vuole essere un’altra bellissima giornata di sport, dopo la recente di alcune settimane fa.

Si invita pertanto tutto il pubblico a prendere preventivamente visione di qui di seguito riportato:

1 – I sostenitori ospiti potranno parcheggiare presso il piazzale del supermercato ‘Simply – Le fornaci’ che sarà loro riservato.

2 – L’ingresso riservato ai tifosi ospiti sarà quello di via Olimpia, attrezzato con biglietteria e dal quale potranno accedere alle gradinate loro destinate.

3 – Ai tifosi locali che vorranno accedere alle gradinate sarà riservato l’ingresso principale del ‘Diana’, quello di Piazzale Bellini (scuola Caio Giulio Cesare) con relativa biglietteria.

4 – Il prezzo dei biglietti di gradinata sarà di € 5,00.

5 – La tribuna centrale sarà zona mista con ingresso e biglietteria medesima dei locali.

6 – Il prezzo del biglietto per la tribuna centrale sarà di € 10,00 

Si comunica che per l’occasione il ‘Diana’ è stato meticolosamente attrezzato, sia come campo da gioco che come tribune e servizi, per favorire la piena fruibilità dell’evento al numeroso pubblico atteso per l’occasione.

 

U.S.D. Osimana

LAURENTINA – OSIMANA 1 3

L’Osimana espugna San Lorenzo in Campo, con un perentorio 3 a 1, frutto di un finale di primo tempo perentorio ed un inizio ripresa sfavillante. Non è stata una partita semplice, soprattutto per l’inizio difficoltoso, impreziosito purtroppo da una leggerezza difensiva che, a pochi minuti dall’avvio, ha rischiato di compromettere l’intera partita. Giornata ventosa, con l’aggiunta di un manto erboso spropositatamente alto, a non rendere facile la vita dei 22 in campo. L’Osimana è scesa in campo con Pesce tra i pali, Re, Ristè, Micucci e Paccamicci nella linea difensiva. Ferri e Campanelli in centro mediana, con Pasquini e Streccioni sugli esterni. Dell’Aquila e Cerbone ad offendere. Partenza come detto in sofferenza, con molti errori tecnici, per la difficoltà ad adattarsi alle condizioni climatiche ed “erbose”, come emerso dal dopo partita. La buona notizia è quella che, nonostante le difficoltà, sospinti dall’incitamento degli ultras, giunti numerosi anche in questa trasferta lunga, la squadra ha lottato e non mollato, crescendo con il passare dei minuti e dominando, una volta raggiunto il meritato pareggio, ad opera di Dell’Aquila, su perfetto corner battuto da Ferri. Lo stesso Dell’Aquila, ad inizio ripresa, firma la sua doppietta, trasformando magistralmente il calcio di rigore, assegnato per atterramento di Ferri, quando stava per finalizzare un perfetto assist di Streccioni, a coronamento di una bella azione corale palla a terra. Pochi minuti e Dell’Aquila, incornicia il suo sabato da leoni, con un assist per la zuccata sottomisura di Streccioni. Partita chiusa, dopo appena 10 minuti del secondo tempo, con i giallorossi che amministrano, gestendo il vantaggio e sprecando qualche buona occasione. Nel finale, un’altra incertezza difensiva, rischiava di rendere rovente gli ultimi minuti, ma fortunatamente, l’attaccante di casa, sciupava da posizione favorevole. Mr. Mobili, avvicendava Ferri (dolorante) con Castorina, Paccamicci con Madonna, Dell’Aquila con Leonardi e Cerbone con Magrini. Al triplice fischio, squadra sotto la curva a ringraziare e ricevere i meritati applausi.