IO L’HO VISTA COSI’ di Carlo Nardi

Alessandroni

OSIMANA: BUONA LA PRIMA…ASPETTANDO LA SECONDA.

Pronti, via, anzi no! Ancora una volta si fermano i campionati dilettantistici e l’Osimana non ha neanche il tempo di gustarsi la prima vittoria che già il campionato si ferma. Una vittoria striminzita nel risultato ma netta dal punto di vista del gioco e delle occasioni create. Solo la giornata di grazia dell’estremo ospite, il 2001 Massaccesi, non ha consentito di chiudere prima la partita e di esordire con un risultato che poteva essere tranquillamente molto più rotondo.

Mobili manda in campo un 3 – 5 – 2, che spesso si trasforma in 3 – 4 – 1- 2 e che è un misto di esperienza e spregiudicatezza.

Davanti a Chiodini si schierano Gatto e Bellucci, diretti dall’esperienza di Patrizi. In mediana, esterni Andreucci a destra e Madonna a sinistra. In mezzo Calvigioni, Proesmans  supportano Camillucci, più avanzato ad imbeccare le due punte, Alessandroni e Donzelli.

Pronti, via ed è già gol, anzi no, perché la precisissima imbecca di un ispirato Proesmans a Donzelli, non viene sfruttata a dovere da quest’ultimo che spara sul portiere in uscita. E’ solo il secondo minuto di gioco e l’Osimana fa capire ai neopromossi ospiti le intenzioni di giornata.

Si riparte: pronti via e gol! Stavolta buono e bello: Madonna lancia Donzelli che, dalla sinistra,  si fa perdonare l’errore precedente ed imbecca Alessandroni. Questi come un fulmine irrompe sul primo palo e porta in vantaggio i locali. Corre il sesto minuto e si profuma aria di goleada.

L’Osimana va sul velluto in virtù di un centrocampo padrone della situazione dove Proesmans, Calvigioni e Camillucci, si alternano in trame, recuperi e ripartenze di ottima fattura. Con questo centrocampo così bene armonizzato e dinamico ne guadagna anche la difesa, diretta con tranquillità ed esperienza da Patrizi e mai in affanno.

Poi al 14’ circa Proesmans subisce un brutto fallo da dietro e la caviglia già malandata ne risente pesantemente tanto che, dopo un primo tentativo di rimettersi in gioco, esce zoppicante per far posto al ritorno di Leo Baro. L’Osimana continua a macinare gioco e le occasioni fioccano. Alessandroni ingaggia un personalissimo duello con l’estremo ospite che non gli perdona il gol e, almeno in tre occasioni, gli para anche l’imparabile, risultando abbondantemente il migliore tra i 22 in campo. A fine gara si conteranno cinque chiarissime occasioni da gol non sfruttate di giallorossi e su questo Mobili dovrà lavorare.

Nel secondo tempo la Cluentina cresce nell’intensità di gioco consapevole di essere ancora in partita ma di fatto non procura mai grandi preoccupazioni a Chiodini e company. Anzi, è proprio l’Osimana a sfiorare il raddoppio con Madonna che , assistito da Andreucci, fa partire una bordata deviata ancora da Massaccesi.

Mobili inserisce forze fresche sostituendo gli esterni Madonna ed Andreucci, ottimi entrambi, con Pasquini e Cavezzi. Poi toccherà a Pizzuto dare il cambio ad un sempre sicuro Gatto. Nulla più fino al termine di una gara che l’Osimana meritava di vincere con un risultato più rotondo. Sugli scudi Proesmans, fino a quando è stato in campo, poi un immenso Calvigioni, vero uomo ovunque. Buone le prove di Andreucci e Madonna. Una menzione particolare per i graditissimi ritorni delle ‘bandiere giallorosse’ Baro e Castorina, quest’ultimo subentrato nel finale a Donzelli, sia per la prestazione che per il significato affettivo che travalica quello agonistico.

Buona la prima insomma, ma…a quando la seconda?

Carlo Nardi