OSIMANA – BARBARA 0 0

A pochi centimetri dalla gloria. Se la magistrale punizione di Ganci non si fosse stampata sulla traversa e rimbalzata sulla linea di porta. Se l’arbitro avesse visto bene il fallo su Ganci che era dentro e non fuori l’area di rigore. Se avessimo vinto. Se i Portuali Ancona non avessero vinto. Ma, con i “se” e con i “ma” non si costruisce niente, ci vogliono le certezze e queste le abbiamo. Abbiamo una squadra forte ed il campo ha parlato chiaro in questa stagione, abbiamo degli UOMINI nello spogliatoio e lo possiamo certificare, abbiamo uno Staff tecnico di prim’ordine ed il curriculum lo accerta, abbiamo dei tifosi che ci seguono ogni partita e sostengono e lo sentiamo. E allora? Abbiamo tutto il tempo per assaporare questi momenti unici, intensi ed afrodisiaci che ci porteranno, prima o poi, meglio prima, alla STORIA. La piccola grande pagina di storia che Società, giocatori, tecnici e tifosi, stanno scrivendo a margine delle altre gloriose 99 del grande libro dell’Osimana. Godiamoci questi momenti, le certezze ci sono, arriverà il momento . . .

OGGI PER LA STORIA

Potrebbe essere oggi, allo Stadio Diana, nella non facile sfida contro il Barbara, il fatidico giorno del ritorno ufficiale nel massimo campionato regionale. Nessuna distrazione e massima concentrazione nei ragazzi di Mr. Mobili nell’approccio ad una partita importante, davanti al proprio pubblico, per sancire una cavalcata iniziata a Settembre, ma preparata fin da Luglio. Verrà scritta oggi, un’altra pagina importante nel libro della storia centenaria dell’Osimana (in uscita ad Ottobre)?

K-SPORT MONTECCHIO – OSIMANA 0 2

Continua il brillante cammino dell’Osimana targata Mr. Mobili. Bottino pieno nel difficile campo di Montecchio, al cospetto di una formazione ricca di talento e candidata, ad inizio stagione ad un ruolo di sicura protagonista. 2 a 0 il risultato finale, grazie alla rete di Buonaventura nella prima frazione e Bambozzi a pochi minuti dal termine. Come prevedibile, partita non facile ma ancora una volta i giallorossi hanno mostrato tecnica e carattere, tenendo botta alle velleità iniziali dei padroni di casa e trovando il guizzo giusto con il sempre determinante Alex Buonaventura. Stavolta di opportunismo, su azione d’angolo, ancora magistralmente battuto da Bambozzi. L’Osimana corre qualche rischio, ma dà sempre l’impressione di poter far male alla difesa avversaria. Nella ripresa, padroni di casa che spingono, colpiscono anche un palo, ma i giallorossi non perdono il controllo ed a 5’ dal termine, fine delle apprensioni grazie a Lorenzo Bambozzi che pennella da par suo una punizione dal limite destro dell’area di rigore. Al triplice fischio finale, squadra sotto la curva festante. L’obiettivo è ad un passo, ma non dire gatto . . .

OSIMANA – VALFOGLIA 4 1

Altra prestazione di rilievo per i ragazzi di Mr. Mobili che si impongono sul proprio terreno con il perentorio risultato di 4 a 1 nei confronti dell’avversario di turno, il Valfoglia. Avversario con diversi elementi di alta qualità ed una delle formazioni più in forma del girone di ritorno. Bella giornata di sole, splendido Stadio, discreta affluenza di pubblico, sono ingredienti saporiti per stimolare un’Osimana già brillante, mercoledì e sfavillante fin dalle prime battute. La cronaca si impreziosisce già al minuto 6, con l’ennesima perla stagionale di Buonaventura che di testa, su azione d’angolo, stacca su tutti e la mette nell’angolino alto opposto. Azione preceduta da un colpo di testa di Labriola, sempre su azione d’angolo, che si stampava sul montante superiore. Il vantaggio non placa i giallorossi che dopo alcuni minuti pervengono al raddoppio su schema da calcio piazzato. Patrizi insacca con un destro perentorio, ma l’urlo liberatorio viene strozzato dal fischio del direttore di gara che annulla per un intervento poco ortodosso in area di rigore. Il Valfoglia riprende coraggio ed alla mezz’ora, su splendido calcio piazzato dal limite dell’area, agguanta il pareggio, a dimostrazione delle qualità di diversi giocatori in rosa. L’Osimana non tarda a reagire e lo fa con uno dei pilastri di questa splendida stagione, Lorenzo Alessandroni, che controlla un perfetto lancio di Patrizi e si invola solitario verso il portiere avversario, al quale non dà scampo. Vantaggio meritato e risultato più rassicurante verso lo scadere del tempo, grazie all’autorete di un difensore che nel tentativo di contrastare l’irrompere sotto porta di Madonna, tocca nella propria porta il perfetto lancio tagliato di Bambozzi. Si va al riposo sul punteggio di 3 a 1. Nella ripresa, qualche accenno di reazione degli ospiti, stroncato però dal capolavoro di Alessandroni che controlla magistralmente un rinvio della difesa giallorossa e dalla lunghissima distanza, beffa il portiere avversario, colto fuori dai pali. Un gol strappa applausi, sicuramente di non una, ma tre categorie sopra. Partita in ghiaccio ed assoluto controllo della gara sino al termine, che registra diversi tentativi di arrotondare il punteggio, soprattutto con Pasquini ed il solito Ganci, subentrato ad Alessandroni, uscito dal campo con una meritata standing ovation del pubblico. Al triplice fischio finale, squadra sotto la curva.

OSIMANA – FERMIGNANESE 5 0

Un’Osimana stellare rifila 5 reti alla malcapitata Fermignanese nel recupero della chiacchierata e discussa partita ripetuta. Squadra vogliosa e concentrata, in palla come nelle ultime uscite, non lascia terreno e pallino del gioco all’avversario e dopo una prima mezz’ora condita da angoli ed occasioni mancate di un soffio, realizza la rete del vantaggio con la solita perla di Alex Buonaventura, che da entro area, copia ed incolla l’azione che decise la partita poi annullata e porta meritatamente in vantaggio i giallorossi. La Fermignanese accusa il colpo e sul finire del tempo, bomber Alessandroni raddoppia su assist lungo di Labriola. Nella ripresa, Bambozzi smette i panni del sopraffino suggeritore e si invola solo davanti al portiere, lasciandolo a terra in dribbling per poi spingere la palla in rete a porta vuota. Avvicendamento in attacco con meritato riposo per Alessandroni e spazio ad uno degli uomini più brillanti dell’ultimo periodo: Massimo Ganci, bomber di razza che delizia il pubblico con un tiro a giro da dentro l’area ad insaccarsi nell’angolo alto opposto. Applausi a scena aperta e festa completata con il sigillo finale di uno dei migliori in campo, Claudio Labriola che su azione d’angolo insacca da vero opportunista. Tripudio finale sotto la curva per il meritato riconoscimento. L’Osimana vola a + 11 sulle dirette inseguitrici.