REAL METAURO – OSIMANA 0 1

Ossigeno puro, per l’Osimana, che torna a respirare l’aria della vittoria, espugnando il campo del Real Metauro. 1 a 0, il risultato finale, frutto della punizione, magistralmente battuta da Morganti e dalla tanta voglia di risultato, scaricata dai 15 scesi in campo. Mr. Mancini, rimescola la formazione, nell’intento di renderla più pratica e concreta e butta nella mischia Pesce tra i pali, Gregorini e Postacchini al centro della linea difensiva, con Castorina e Montesi sulle corsie. Tre centrocampisti, Ristè, Morganti e Ferri. Gorini e Sabbatini, dietro Marziani. Dopo un inizio altalenante, l’Osimana si rende pericolosa con Marziani, ben innestato da Gorini. Al 20’ Marziani, caparbio e lottatore, conquista una punizione dal limite dell’area, lato destro offensivo. Morganti calcia da par suo e questa volta non trova un miracolo del portiere, come la scorsa settimana e porta in vantaggio l’Osimana. Il vantaggio, la necessità di muovere la classifica, porta i ragazzi di Mr. Mancini, ad una gara più accorta, ridisegnando in corsa lo schieramento, a coprire ogni varco possibile, lasciando inesorabilmente campo agli avversari. Ne consegue, una gara arcigna e di sofferenza, a protezione di Pesce, che solo nel finale, della partita, compie due gran bei interventi a salvare la propria porta. Nella seconda parte della ripresa, entrano Raimondi, Leonardi, Baro e Paccamicci a portare energie fresche, in sostituzione di Marziani, Gorini, Sabbatini e Montesi. Una vittoria, fortemente voluta, di gruppo, sofferta e festeggiata a fine gara, sotto la curva, numerosa anche in questa trasferta. Sabato al Diana, arriva il lanciatissimo Marzocca. Sarà dura, ma cuore e determinazione, non mancano a questi ragazzi, crediamoci.

OSIMANA – CANTIANO 1 2

Il Cantiano espugna il Diana, con un gol al 94’ minuto, per il 2 a 1 finale. Seconda sconfitta interna, dopo quella con il Villa Musone e terza sconfitta consecutiva per l’Osimana di Mr. Mancini. Numeri impietosi, che, seppur andando oltre ogni demerito possibile, non lasciano scampo che ad una pronta e necessaria reazione. Primo tempo non brillante, ma, portato a termine sul vantaggio del bel gol realizzato da Gorini, con un preciso colpo di testa. Nella ripresa, l’Osimana sembra controllare agevolmente, con una manovra più disinvolta, anche grazie allo sbilanciamento del Cantiano, proteso alla ricerca del pareggio. La sensazione, era quella di un più probabile raddoppio, sulle ripartenze che si prospettavano, che quella di un’inverosimile pareggio ospite, che purtroppo arriva, sull’ennesimo torto arbitrale. Contrasto Ristè-avversario, ambedue con gamba alta, giudicata da fallo per il giallorosso e spostata di un metro abbondante  dentro l’area, solo dall’arbitro, a decretare il rigore. Pesce intuisce, ma sfiora solamente il pallone che si insacca per l’uno a uno. L’Osimana, reagisce e costringe gli ospiti a difendere la propria porta in massa. A conferma del momento no, le due parate “miracolo” dell’estremo difensore ospite, prima sulla punizione di Morganti e poi sulla girata di Marziani da centro area. Ciliegina sulla torta, l’estemporaneo contropiede ospite al 94’, con il gol, bello, del neo entrato giocatore del Cantiano. Si può parlare dell’arbitro (una costante), della sfortuna, dei meriti, ma per far punti ci vuole ben altro.

OSIMANA – CANTIANO

Sabato, ore 14:30 allo Stadio Diana, arriva il Cantiano, Ospiti con 8 punti in classifica e reduci dal pareggio interno con il Villa Musone. Sfida delicata, per i giallorossi, dopo le due sconfitte consecutive, Serve un cambio di rotta. Unire la prestazione, al risultato finale, una necessità. Indisponibili Ripa e Campanelli. Tutti al Diana !!