SI CHIUDE AL DIANA

Sabato, ore 16:30, atto finale del Campionato di Promozione, per l’Osimana 2017/18, targata Roberto Mobili. I giallorossi, tenteranno di chiudere la stagione, con quella vittoria che fino ad ora, è sempre sfuggita allo Stadio Diana. Mr. Mobili, deve rinunciare a Marcantognini, Ciaramitaro, Campanelli e Ristè.

OSIMANA – PORTO RECANATI 0 1

Svanisce il sogno play-off, per l’Osimana di Mr. Mobili, sconfitta al Diana, per 1 a 0, dalla capolista Porto Recanati. Gara intensa, molto gradevole, tra due squadre che hanno giocato e speso ogni energia possibile, per ottenere l’intera posta. Ha prevalso, la maggiore esperienza, il cinismo e la qualità, degli ospiti, che ha avuto il merito di capitalizzare, la prima e forse unica, occasione capitata, nella prima ora di gioco, salvo poi, andare un paio di volte, molto vicina al raddoppio, nella fase finale. Bravo Pesce a sventare. L’undici giallorosso, schierato con Pesce tra i pali, Castorina, Montesi, Gregorini e Paccamicci, in difesa, con Morganti e Ferri in mediana, Sabbatini e Pasquini alle ali, Negozi e Streccioni in avanti, ha disputato un’ottima partita, soprattutto nella fase iniziale, dove è andata molto vicina al vantaggio, con Pasquini, Streccioni e Sabbatini. Ha subito, senza troppi contraccolpi, lo svantaggio, tentando fino alla fine di recuperare, contro un avversario quotato, come la capolista. Nella ripresa, anche la traversa, a dire di no, al meritato pareggio ed è ancora uscita dal campo, con gli applausi dei tifosi. Il tabù Diana, resiste, purtroppo, in quella che è la casa, dell’Osimana e rimane solo, una giornata casalinga, per sfatare, questa anomalia. Nota stonata, della giornata, la direzione di gara, del sig. Traini di San Benedetto, alla seconda apparizione stagionale al Diana, nella quale è riuscito, ad incidere negativamente più, che nella precedente ed non era facile. Al termine dell’incontro, le parole del Presidente Campanelli: “si chiude qui, purtroppo, la stagione dell’Osimana. Non possiamo certo dirci soddisfatti, dei risultati ottenuti, in virtù di quelle che erano le premesse e gli sforzi della Società, ad inizio stagione. Dobbiamo rivedere alcune cose, non dimenticando però, quella che era la situazione, alcuni mesi fa. Grande merito, rialzarci in una situazione non facile, con vicissitudini particolari, non da poco, per non tenerne conto. Ora abbiamo, le ultime 2 gare, da onorare, da Osimana. Chi indossa o indosserà questa maglia, dovrà dimostrare di meritarla, sul campo, in nome e per conto della Storia, quasi centenaria della Società e dei tifosi, che la seguono. La gara odierna, ha dimostrato, che possiamo stare, alla pari di avversari quotati, se non oltre, ma il risultato dice, che usciamo sconfitti ed è dovere, per chi amministra, analizzare e rimediare. Ringrazio la tifoseria, per gli applausi finali alla squadra ed il senso civico, mostrato, anche al culmine di una esasperazione “arbitrale”, perpetuata, pressoché per tutta la stagione, con il culmine, nelle ultime giornate. È una ruota che gira e prima o poi, girerà. Certo non è facile, al momento, ma dovremo essere noi per primi, a non doverci piangere addosso, ma rimediare, per raggiungere lo scopo prefissato.”

OSIMANA: Pesce, Castorina, Paccamicci (Ripa), Ferri, Montesi, Gregorini, Sabbatini, Morganti, Streccioni, Pasquini, Negozi (Gabbanelli). All. Mobili. A Disp: Polenta, Magrini, Campanelli, Gallina, Baro.

ARRIVA LA CAPOLISTA

 

Arriva la capolista. Sabato, ore 16:30, Stadio Diana, importante match, contro il Porto Recanati, capolista del girone. All’andata, successo sul fil di lana, dei rivieraschi, nei minuti di recupero, dopo una buona prova dei giallorossi, passati in vantaggio e condotto a lungo, grazie alla rete di Sabbatini. Voglia di rivalsa, per i ragazzi di Mr. Mobili, che saranno ancora orfani di Ciaramitaro, squalificato e di Ristè e Marcantognini.

SASSOFERRATO GENGA – OSIMANA 2 2

Una bella Osimana, soprattutto nella seconda frazione della partita, esce con un pareggio, dall’insidiosa trasferta, in casa di quella che era, fino a poche settimane fa, la capolista del girone. 2 a 2, il risultato finale, che sta stretto, per non dire strettissimo ai giallorossi. Mr. Mobili, che deve rinunciare a Ristè e Marcantognini, infortunati ed a Ciaramitaro, nella sua prima giornata, delle due di squalifica, rimediate nel derby, schiera Pesce tra i pali, protetto, dai 2 centrali, Montesi e Gregorini, con Paccamicci e Castorina sugli esterni. Ferri e Morganti, solita e solida coppia di centrocampo, con Pasquini e Sabbatini incursori. Sorti offensive, affidate a Streccioni e Ripa. Partita equilibrata, spezzata al 15’ dal regalo difensivo, concesso dai giallorossi ed abilmente sfruttato, da Piermattei, che trafigge Pesce con un tiro a fil di palo. L’Osimana non si scompone e mette alle corde, il Sassoferrato Genga, che interpreta al meglio, l’arbitraggio a dir poco permissivo, del Sig. Bottin di Ancona, manganellando a destra e sinistra, per non dire in largo e lungo. Predominio territoriale, interrotto dai rapidi contropiede, innestati dal portiere Latini, a favore del favoloso trio d’attacco, dei padroni di casa. L’Osimana, ha la pecca di sembrare timida, al momento di tirare in porta, od innestare le consuete frecce laterali. Il tempo si chiude con i padroni di casa in vantaggio. Quello che sia successo, negli spogliatoi, non è dato sapere, ma quello che è ben visibile a tutti, è la metamorfosi della squadra giallorossa, nella ripresa. Pasquini e Sabbatini, indemoniate spine sui fianchi della difesa avversaria, Morganti e Ferri a dettare i tempi, con Ripa, ma soprattutto Streccioni, a spadroneggiare in avanti. Così, dopo aver sfiorato il pareggio, con Streccioni, Pasquini e Ripa, arriva l’inevitabile marcatura, nonché meritata, ad opera di Morganti, bravo a raccogliere a centro area, un invitante pallone, servito da Pasquini. Dopo il pareggio, l’inerzia della partita, non cambia. I ragazzi di Mr. Mobili, continuano a spingere sull’acceleratore e naturale conseguenza, arriva il raddoppio, sempre di Morganti, con un’azione fotocopia della precedente. Il Sassoferrato, tenta la reazione, affidandosi al trio d’attacco, ricco di talento, nonché di malizia e capace di indurre l’arbitro a concedere un rigore, sul quale non esprimiamo giudizi, di rito, ma fuori dal contesto di un arbitraggio, che ha lasciato correre interventi, che anche un non vedente, purchè non udente, avrebbe sancito e sicuramente sanzionato. Arriva così, il pareggio per i padroni di casa, che trascorrono i minuti finali, più a cercare di non perdere, che nel tentativo di vincere. Latini, si supera su tiro a giro di Pasquini, deviando sulla traversa e spegnendo l’urlo del gol, ai tifosi giallorossi, che a fine partita hanno omaggiato i ragazzi, con il meritato applauso. Nell’amarezza, i complimenti per la prestazione e l’attenzione rivolta a Sabato, dove al Diana, ore 16:30, arriva la capolista Porto Recanati.

OSIMANA: Pesce, Castorina, Paccamicci (Baro), Ferri, Montesi, Gregorini, Sabbatini, Morganti, Streccioni, Pasquini, Ripa (Negozi). All. Mobili  A Disp: Polenta, Gabbanelli, Magrini, Campanelli, Gallina