IL PRESIDENTE

 

Il cuore, la grinta, la generosità, abbinate alle capacità ed all’intelligenza, viste sabato al Diana, mi spingono, all’indomani della sconfitta contro il Marina, ad elogiare pubblicamente i “miei ragazzi”, i nostri ragazzi. È l’elogio ad un gruppo, staff tecnico compreso, che ho visto crescere, alcuni negli anni, altri nel corso della stagione, in maniera costante. Questo grazie all’applicazione e dedizione, sposate alla causa. A tutti voi, nel momento della delusione, ricordo che non esiste cammino senza ostacoli, soprattutto in quello appena intrapreso di una crescita, come uomini ed a livello professionale. Soprattutto in una partita, affrontata nell’emergenza delle assenze o delle emozioni di un esordio o del ritorno in campo. A questo gruppo, giovane da ogni lato si guardi, non posso che non affidare le speranze di gloria, di una Società, che ha appena intrapreso un cammino. Il gioco espresso, la qualità delle giocate e la felicità di andare alla partita, sabato su sabato, non possono altro che rendermi orgoglioso, di essere il vostro presidente.

Antonio Campanelli

OSIMANA – MARINA 0 3

20151212_143421_resized

La capolista passa al Diana, con un perentorio 3 a 0, risultato pesante per la squadra giallorossa, che non ha demeritato, tenendo testa agli avversari fino ad un quarto d’ora alla fine, quando il Marina ha sbloccato il risultato, per poi allungare all’85’ ed al 90′. Sulla gara, pesa come un macigno, l’errore macroscopico, al limite della buonafede, del sig. Moretti, quando al 20′ del primo tempo, ha negato un sacrosanto rigore alla squadra di Mr. Leonardi. Partita equilibrata, con leggero predominio dell’Osimana, che, nonostante le assenze (7 tra squalifiche ed infortuni) mostra trame interessanti, pur essendo poco incisiva in avanti. Mr. Leonardi schiera Vaccarini tra i pali, Luna, Postacchini e Montesi nella linea difensiva. Fasce affidate a Lucarini e Bediako, Centrocampo con Castellano, Castorina e Sow. Gabbanelli e Giuliani in attacco. Partita bloccata, con l’impressione che solo un episodio, possa rompere gli equilibri. Al 20′ l’episodio che potrebbe dare una svolta all’incontro. Incertezza tra l’ultimo difensore ospite ed il proprio portiere. Gabbanelli intuisce e si fionda in mezzo, anticipando l’estremo difensore del Marina, che travolge nell’uscita l’attaccante giallorosso. La palla rotola lentamente a fil di palo, ma il rigore e l’eventuale espulsione del portiere, appare inevitabile, a tutti tranne che al sig. Moretti di San Benedetto, che indica rimessa dal fondo. Grandi proteste e nulla più, evidentemente, le lamentele in settimana hanno prodotto i suoi frutti, è l’unica spiegazione plausibile. L’Osimana tenta più di una volta di scalfire la difesa ospite, con pochi risultati e comunque anche il Marina, quando affonda, provoca apprensioni, anche se Vaccarini, non risulta impegnato in alcuna parata. Nella ripresa, il copione non cambia, almeno fino al 25′, quando Ribichini sigla un gran gol, dopo un bell’aggancio volante in area. L’Osimana cerca una reazione, inserendo Cingolani e Caporaletti per tentare la rimonta. Ma è difficile, contro una squadra quadrata come il Marina ed alla fine si deve arrendere alle reti in contropiede di Tittarelli e Moschini. E’ proprio l’anno del Marina, ma così non va, Sig. Moretti.

OSIMANA: Vaccarini, Luna, Montesi (Cingolani), Castellano, Postacchini, Lucarini (Caporaletti), Bediako (Leonardi), Castorina, Giuliani, Gabbanelli, Sow. All. Leonardi  A disp: Polenta, Pesaresi, Magrini, Dollani

SABATO AL DIANA LA CAPOLISTA

photo cena 2

Sabato, alle ore 15:00, allo Stadio Diana, arriva la capolista Marina. Grande entusiasmo attorno all’Osimana, dopo i due derby vinti, ma anche grande concentrazione dei ragazzi di Mr. Leonardi, ieri alle prese con l’ultimo allenamento e con la conta delle assenze. Momento di emergenza per le squalifiche di Durazzi, Cesaroni e Baro, a cui si sommano le assenze sicure di Brasili, Pericolo, Campanelli e Balercia per infortunio. Allenamento differenziato per Giuliani, uscito ammaccato dalla partita di Passatempo. Uomini contati per Mr. Leonardi, che dovrà attingere a piene mani dal settore giovanile. Non sarà facile, contro la squadra regina del girone, improvvisare una formazione, ma, come sempre, si lotterà per la vittoria, con il sostegno della tifoseria, che non è mai mancato.

PASSATEMPESE – OSIMANA 1 2

VITTORIA PASSATEMPO

Un derby tira l’altro e l’Osimana espugna il campo di Passatempo con i gol di Pericolo e Castellano. Una grande prestazione di cuore, tattica e tecnica, per avere la meglio sui cugini gialloblu e vendicare il derby dell’andata. Indisponibile per squalifica Gabbanelli e con Bediako ancora non al meglio, Mr. Leonardi schiera Polenta tra i pali con Postacchini, Brasili e Lucarini nella linea difensiva. Il centrocampo ritrova Cesaroni (autore di una prestazione maiuscola) affiancato da Castellano e Sow. Fasce affidate a Durazzi e Castorina, con il solito duo Pericolo-Giuliani in avanti. Parte subito autoritaria e concentrata l’Osimana ed al 10’ è Cesaroni, su imbeccata di Pericolo, a liberarsi di due uomini in area e subire il fallo da rigore, giustamente assegnato dall’arbitro. Dal dischetto, Pericolo non lascia scampo al portiere avversario, trafiggendolo con un secco tiro alla sinistra dello stesso. Il Passatempo cerca di reagire, affidandosi a lanci in area, nel tentativo di sfruttare il fattore campo. L’Osimana regge bene, anche quando perde Brasili per infortunio, ottimamente sostituito da Baro. Portieri in apprensione spesso, ma mai severamente impegnati. L’Osimana imbastisce contropiede ficcanti, non concretizzati per imprecisione nell’ultimo passaggio. Sul finire del tempo, ennesimo lancio in area a cercare Ghergo. Doppio rimpallo che favorisce il talentuoso attaccante gialloblu, che si presenta a tu per tu con Polenta, siglando il pareggio. Nella ripresa, l’Osimana ha la virtù delle grandi squadre. Sospinta dall’incessante tifo della curva, mette il piglio giusto per andare a prendersi la vittoria. Al 20°, Castellano mette in vetrina tutta la sua classe, addomesticando un pallone al limite dell’area e calciando imparabilmente sotto la traversa. Delirio giallorosso ed Osimana di nuovo in vantaggio. Il Passatempo tenta la reazione, più di volontà che ordinata. Apprensione sino al termine, ma, vicino al gol, ci va ancora l’Osimana. Due volte, la palla buona capita sui piedi di Sow e poi in zona Cesarini, netto fallo da rigore su Campanelli, non rilevato dall’arbitro. Finisce in tripudio, con i ragazzi sotto la curva a ricevere i meritati applausi. Sabato al Diana arriva la capolista.

OSIMANA: Polenta, Postacchini, Brasili(Baro), Lucarini, Cesaroni, Castellano, Sow, Durazzi, Castorina(Campanelli), Pericolo(Luna), Giuliani. All. Leonardi  A disp: Vaccarini, Bediako, Montesi, Cingolani